Maria Pia Cossu

Cosa faccio

Parlo poco, ascolto molto, leggo, studio, fotografo. Vivo di storytelling territoriale.
La mia natura versatile e camaleontica mi spinge a lavorare sul web su più settori.
Mi trovi come blogger su yStudium e come social media manager di Igers Oristano.
Nel 2013 ho fondato uno dei primi progetti sardi di storytelling per il turismo, Bosa Tour, la città in cui vivo e che amo.

Blog

Maria Pia Cossu / Lifestyle  / Tanto non vinco mai…
Peperoncini portafortuna

Tanto non vinco mai…

Una delle cose per cui non mi sono pentita di aver scelto Pisa per proseguire gli studi è che in questa città è un po’ come stare a casa… per strada capita di sentire spessissimo ragazzi dall’accento sardo, ma mi ha dato anche la possibilità di conoscere altri studenti universitari provenienti da tutte le regioni d’Italia, soprattutto del sud.
Penso che se mi fossi iscritta ad un’università della Sardegna non avrei mai potuto condividere le tradizioni con gli amici… non avrei apprezzato a fondo la cultura della mia isola, perchè solo stando lontani -come già scritto nel post precedente- si sente la nostalgia di tutte quelle cose che quando ero ragazzina reputavo banali e che a volte ho addirittura disprezzato. :-/
Credo che il campanilismo sardo sia evidentemente accentuato e ammetto che spesso ostentiamo sardità ma ho notato con piacere che qualunque sia la regione di origine, le tradizioni popolari sono ancora forti e radicate e, nonostante molte cose si stiano ormai perdendo nel tempo, parecchi giovani tengono ultimamente a riscoprirle e valorizzare.

Piacendomi particolarmente i concerti di musica popolare, la scorsa domenica non mi sono persa Eugenio Bennato con i suoi musicisti; è stato veramente un bel live ma da parte mia, il grosso del divertimento è sempre assistere allo spettacolo di “Taranta” sotto al palco, improvvisato dalle ragazze pugliesi… ed è piuttosto difficile in queste occasioni stare ferma ad ascoltare il suono folkloristico e il ritmo della tamorra…
Gia! Se penso alla Puglia, nonostante non ci sia mai stata, le prime parole che mi vengono in mente sono “Pizzica” e “Taranta”, ma immagino ci siano altre parole che possono descrivere al meglio questa regione.
Ovviamente, se penso alla Sardegna mi vengono immediatamente in mente tantissime parole e nomi organizzando tutto per categorie… perciò inizio un semplice “giochino” io!

SARDEGNA: Mare, sole, natura, vento, nuraghe, sughero, folklore.
Dicono di noi: Testarti, orgogliosi, generosi, ospitali, sequestratori, bassi, scuri, pelosi.
Scrittori: Grazia Deledda, Salvatore Niffoi, Marcello Fois, Sergio Atzeni.
Artisti: Giuseppe Biasi, Antonio Atza, Filippo Figari.
Personaggi: Giuseppe Garibaldi, Antonio Gramsci, Francesco Cossiga, Giuseppe Pisanu, Giovanni Floris, Amedeo Nazzari, Benito Urgu, Geppy Cucciari, veline.
Musica: launeddas (strumento a fiato) canto a tenore, Tenores di Bitti, Tazenda, Maria Carta, Piero Marras, Paolo Fresu e i Sikitikis.
Balli: ballu torrau, ballu tundu, dillu dillu.
Cibo: Su porceddu, maloreddus, pecorino, salsiccia, pane carasau, seadas, torrone, mirto.
Espressioni tipiche: Ajò! (andiamo, dai, muovetevi!) Eja! (si).

Spero che proseguiate voi sul mio blog, scrivendo in un commento… mi incuriosisce parecchio anche il confronto tra le stesse regioni.

Regolamento: Siccome so che siete un po’ pigri… Ihihihi! Le categorie sono liberamente modificabili ma potete farne anche a meno scrivendo semplicemente per associazione di idee… mmm! Mi sa che così il regolamento non ha molto senso di esistere. ;-)
Dimenticavo… non si vince niente! :-P

Tanto non vinco mai… :-(

Opera rappresentante la Taranta di Giuseppe Petrelli

– “Taranta”, acrilici su cartoncino di Giuseppe Petrelli

Maria Pia Cossu

Vivo perennemente connessa nel mondo digitale, il mio nome è Maria Pia Cossu e sono una web designer e social media manager. Parlo poco, ascolto molto, leggo, studio, fotografo. E vivo di storytelling territoriale.

Commenti:69

  • DarkElf81
    9 Maggio 2007 23:27
    Rispondi

    sembra un bel gioco..mi spiace non poterlo proseguire sul mio blog^^

    mq non ho mai conosciuto nessun sardo :(

  • Artemisia1975
    9 Maggio 2007 23:41
    Rispondi

    :: DarkElf81 – Sorry, non avevo specificato che il “gioco” prosegue su questo stesso blog, le risposte vanno postate tra i commenti.

    Grazie a tutti per l’attenzione! ^_^

  • LeCadavreExquis
    10 Maggio 2007 10:31
    Rispondi

    Mi hai mandato in crisi visto che mio padre è marchigiano, mia madre bergamasca e io sono nato a Roma…sono confuso, non so che scrivere :D.

    Un bacione.

  • LeCadavreExquis
    10 Maggio 2007 10:33
    Rispondi

    Ah dimenticavo, adesso vivo a Milano.

  • utente anonimo
    10 Maggio 2007 13:50
    Rispondi

    Si, giochiamo con paia!

    allora io sono abruzzese.Dunque procedo che’ questo giochino in cui non si vince niente mi è sembrato subito simpatico e fregn'(ganzo,carino,forte!)

    Abruzzo: Mare&monti

    Dicono di noi:forti&gentili

    Scrittori: G.D’Annunzio, I.Silone,John Fante, B.Croce (solo i natali…),il poeta Ovidio; Dante Rossetti

    Artisti:F.P.Tosti (musicista);F.P.Michetti (pittore), M.Cascella (pittore e scultore)

    Personaggi:Ennio Flaiano, Rocky Marciano, cardinale Mazzarino…e Madonna( il papà a dire il vero!;))

    Musica: salterello/a e tarantella abruzzese- “sopr’a lu pett te lu sùle abballe e la lune ce fa la saltarell”(sul tuo petto danza il sole e la luna balla il salterello)

    Cibo:pasta alla mugnaia, li’ rrusctill(arrosticini: spiedini di carne di pecora); sagne e fagioli, fiadoni, bocconotti di marmellata di uva;pasta alla chitarra;fegatelli casc’e ov’;parrozzo

    Espresisoni tipiche: auà(pescarese);mme’ jamè ‘ntra mmuvt;

    proverbio preferito: chi ggire lu monn’ va ‘ngerch d’ furtun!

    proverbio che mi diceva sempre la nonna: l’acqu’ ch’ nna piovt ‘n ciel scta!!!

    Ecco fatto, questa è la mia regione….che a volte mi manca e altre no. Però quando mi manca, sento davvero che mi manca qualcosa;)

  • utente anonimo
    10 Maggio 2007 14:56
    Rispondi

    l’abruzzese…..sarebbe Giulia, la devo smettere di dimenticare la firma!

  • PF1
    10 Maggio 2007 16:48
    Rispondi

    Toscana: arte, colline, mare, monti, costi alti…

    dicono di noi (e spesso ci azzeccano): decisamente testardi e campanilisti fra città e città; i fiorentini se la tirano. Di sinistra?

    scrittori: Dante…basta dai. :-)

    artisti: Primo Conti, Benigni, Zeffirelli…

    personaggi: Valdo Spini, Spadolini, Paolo Virzì, …

    Musicisti: Litfiba, Dirotta su Cuba, Diaframma, Irene Grandi, Bandabardò, Negrita e…6PezziFacili. :-))

    Balli: non è ho la più pallida idea…

    cibo: ribollita, trippa, caciucco, Pici, Bistecca alla fiorentina…

    Espressioni tipiche: icchè tu fai (firenze), dè (livorno)…non mi viene nient’altro…

  • ABS
    10 Maggio 2007 22:16
    Rispondi

    Non sono in arteria, al momento, magari dopo. Comunque ajò è bellissimo, ho notato anche un certo abuso della parola “andito” in luogo di “corridoio” e simili (o almeno, solo a Cagliari ho sentito usare andito così tanto). :)))

  • OasiWeb
    11 Maggio 2007 02:13
    Rispondi

    Vado a letto, amica mia.

  • Yaila
    11 Maggio 2007 14:34
    Rispondi

    Pia, mi hai messo in crisiiiiiiiiii…

    Mi vengono in mente solo due cose per la mia regione che è il VENETO.

    Espressioni tipiche:

    “Ocio!” = occhio! attenzione!

    e… “Struca el boton!” (vedi Mara Venier) = “premi il pulsante!”

    Nient’altro…

    Se mi viene in mente altro torno e te lo scrivo! :))

  • Njord
    11 Maggio 2007 14:44
    Rispondi

    io passo pia, non credio di essere all’altezza di questo gioco (uhuhuh) ;-P

  • mitosolare
    11 Maggio 2007 17:12
    Rispondi

    Mi diletto volentieri con te Pia…. allora vediamo di dare corso al giochino…..

    UMBRIA:sole (se non piove), natura, vento, cucina, folklore, arte, storia, misticismo.

    Dicono di noi: provinciali, montanari(??????) papalini (!!!!!!!!) comunisti.

    Scrittori: ?????????, .

    Personaggi: e qui siamo forti… San Francesco, santa Rita….. basta??? no? Jacopone da Todi, Bernardino di Betto… come chi è?? appena appena il Pinturicchio…. ancora??? un mio antenato… chi??? ma Braccio Fortebraccio da Montone… e non ridere, così mi diceva mio nonno che aveva tutto l’albero genealogico della famiglia…..ma ho anche un altra santa… Santa Chiara…. e poi…. Aldo Capitini, Francesco Morlacchi, San Crispolto, ohhh!!! siamo pieni di santi… scrivere non scriveremo molto ma quante preghiere……mi dimenticavo di Pietro Vannucci, il Perugino, San Benedetto e Santa Scolastica…. e qui mi fermo….ma potrei continuare….. ma chi mi dà uno scrittore per due santi….. ne ho di avanzo…

    Musica:Qui è una caporetto…. non conosco nessuno degno di nota…. o perlomeno ho un vuoto…

    Cibo: Basta dire che in molte parti d’italia salumeria si scrive “norcineria” per cui salami, prosciutti, salsiccie, formaggi, ma anche torta al testo, pici (in coabitazione con la bassa toscana), tartufi bianchi e neri, olio, vino e quanto altro potrei andare avanti all’infinito .

    Espressioni tipiche: qui si fà dura, anche perchè l’umbria è la terra dei mille borghi ed ogniuno di questi parla a modo suo….. per esempio a Foligno il “si” lo dicono “scine”…. il vecchio dialetto perugino è incomprensibile anche per me…. ahahaha Insomma in definitiva siamo forti su uomini d’arme e santi e ovviamente a tavola…. ahahahaha

    Un saluto Pia

    A presto

    Paolo

  • crimson74
    11 Maggio 2007 17:41
    Rispondi

    Mah, Roma fa storia a sé, rispetto al resto del Lazio e dunque:

    Roma: arte, storia, cultura, il Papa,

    i ‘palazzi’, il cinema e la tivvù, il calcio, Trastevere, Testaccio… non necessariamente in quest’ordine…

    Dicono di noi: gradassi, caciaroni, ‘paraculi’, bonaccioni… ma

    anche ‘Roma ladrona’, purtroppo…

    Personaggi storici: madonna, qui si comincia da Giulio Cesare… citerei Belli e Trilussa, le ‘grandi famiglie’

    (Orsini, Colonna, Barberini).

    Aggiungerei Alberto Sordi, Anna Magnani, Aldo Fabrizi, Gigi Proietti…

    Musica: Venditti, De Gregori, Baglioni (purtroppo), ma anche Max Gazzè, Tiromancino, Daniele Silvestri, Nicolo Fabi… mettemoce pure Giorgia, và…

    Cibo: Saltinbocca, supplì, pasta ‘cacio e pepe’, pajata, coda alla vaccinara, maritozzi con la panna…

    Espressioni tipiche: Aò; l’animadelimor…tua; a fijo de na …!!!

  • dedalos
    13 Maggio 2007 09:44
    Rispondi

    mamma mia e da dove comincio?

    Ho Vissuto 25anni a Roma, quindi romano e 25 anni a Verona e quindi….romano.

    Più che di roma vorrei parlare del lazio in generale.Ahhh! scusa ma della tua regione hai dimenticato il grande Berlinguer….e …Garibaldi è solo d’adozione..scusa.

    Romani: sbruffonti, “ladroni” caciaroni,cazzari…e per me …romantici…

    Scrittori:na marea! quali scrivo?…vado a caso..il signor sò tutto io..Cicerone, Caio Giulio Caesar, un grande anche nella scrittura, tutti i commediografi latini, Accio Lucio, Catone, Marco Aurelio, Adriano, Tacito,..Trilussa, g.g. Belli,…Stefano Ambrosi(scrittore spazzino)…n’somma tanti..

    Artisti:..quasi tutti d’importazione ma romani de core…

    Personaggi:Romolo, tullio Ostilio, anco marzio, tarquino prisco,tarquino il superbo, servio tullio… cicerone ,cesare, marcoantonio, ottaviano augusto, agrippa,tutti gli imperatori…mamma mia quanti!!..Agricola, nerone, Appio claudio Cieco,Saturnino, Sergio Catilina,Attilio Regolo,…giuro che non finirei per oggi…..credetemi…ahh! Alberto sordi, aldo fabrizi, Anna Magnani, Priett, Davoli, Sora Lella Fabrizi, Verdone, De Sica Cristian,Muccino(credo)….poi, io.

    Tra le donne..Servilia Cepionide, fulvia, flavia, terenzia…marzia,Agrippina magiore e minore..messalina,Poppea, Giulia mag. e giulia minor., livia drusilla, Lesbia,Sempronia….giuro non finirei neanche qui….

    Musica: De gregori, Baglioni, Venditti, Banco mutuo soccorso, Britti, Villa,Proietti, Gabriella Ferri,…..

    Balli: tantissime tarantelle laziali e romane…

    Cibo: Carciofi alla Giudija, Coda alla Vaccinara, Rigatoni co la Paijata, Trippa e mentuccia, Supplì coi recaij de pollo, saltimbocca alla Romana, Abbacchio alla scottadito…e vai!….

    Espressioni tipiche: a li mortè, mortac….vostri, a nfame!! fijo de na smandroppata!, ahò!, ma levete!…e daije, nonee!!, a fijo de na mign…, n’ce provà!…..

    che dici può bastare?….questo per Roma …adesso Verona…..scherzo però anche qui sono tantissime di tutto.

    Ciao Rinaldo

  • enricoan
    13 Maggio 2007 14:31
    Rispondi

    tralasciando la mia terra natale giocherò con quella dove vivo.

    Umbria: bella per natura e centri storici ma non c’è il mare, in compenso c’è il lago Trasimeno.

    dicono di noi: brava gente un po’ cojonotta.

    scrittori: Jacopone da Todi, Sandro Penna.

    artisti: Pietro Vannucci detto il Perugino, Bernardino di Betto detto il Pinturicchio, Alberto Burri.

    personaggi: Francesco e Chiara d’Assisi, Rita da Cascia, Braccio Fortebraccio da Montone, Luigi Barzini Senior, Simona Marchini, Lamberto Sposini.

    Musicisti: Ensemble Micrologus.

    Balli: liscio

    cibo: torta al testo, ciaramicola, brustengo, ombrici, torta di pasqua col formaggio.

    Espressioni tipiche: la mi cocca, il mi cocco.

    un bacio e buon inizio settimana,

    enrico

  • Jensen
    13 Maggio 2007 19:58
    Rispondi

    hai fatto benissimo a cambiare città (e regione) per andare all’università.. l’ho fatto anch’io.. sono tutte esperienze ;)

  • Armandos40
    13 Maggio 2007 23:30
    Rispondi

    neanche io vinco

  • scrivodime
    14 Maggio 2007 13:42
    Rispondi

    E non potevo certo mancare… io che amo così tanto la mia terra!

    Sicilia: Arte, Mare, sole, natura, scirocco, buon cibo.

    Dicono di noi: gelosi, orgogliosi, generosi, ospitali, omertosi (ovviamente io mi dissocio), scuri, pelosi.

    Scrittori: Luigi Pirandello, Andrea Camilleri, Salvatore Quasimodo,

    Artisti:Antonello Da Messina, Renato Guttuso, Francesco Lojacono… mammamia, sono laureate in Storia dell’arte… e non mi viene in mente più nessuno!

    Personaggi: Archimede, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

    Fiorello e Il Commissario Montalbano (è inventato, ma non potevo non metterlo!)

    Musica: Carmen Consoli (per prima ovviamente), Battiato, Mario venuti, Roy Paci.

    Balli: Tarantella, controdanza

    Cibo: Panelle e crocchè, arancine, sfincione, pasta al forno, pasta con le sarde, sarde a beccafico, brociolone, cassata, gelo di melone, cannoli… continuo?

    Espressioni tipiche: Amunì! (andiamo, dai, muoviti!) Akkura! (attenzione!).

  • PBlue
    14 Maggio 2007 17:01
    Rispondi

    La taranta la sopporto per 20 minuti poi mi va in odio…come il Merengue, la salsa e tutti i balli con forte connotazione “trance ipnotica”… sarà :-)))

  • rebus
    14 Maggio 2007 17:01
    Rispondi

    Tirata d’orecchie per non aver previsto una categoria enologica!

    Con che coraggio hai ignorato Cannonau, Vermentino, Vernaccia, Carignano, Monica, Bovale e compagnia cantando??

    ;-)

  • billycristal
    14 Maggio 2007 17:59
    Rispondi

    beh.. io sono nato ad Ascoli vissuto a Teramo e Genova e vivo a roma.. ma siccome ho avuto la fidanzata sarda, vorrei integtrare la Sardegna:

    nel “dicono” aggiungerei “permalosi”

    nei “personaggi” Cristian Coco , nella musica le Balentes , nel cibo i cunnigionis (credo si dica così)

  • Tonica
    14 Maggio 2007 18:15
    Rispondi

    Salto il giochino, ma ti dico ancora grazie per esserci sempre! un bacio grande ti voglio bene!

  • Artemisia1975
    15 Maggio 2007 00:00
    Rispondi

    :: LeCadavreExquis – Beh dai! Allora ti giustifico! :-D

    :: Giulia – Ihihi! Mi sono divertita troppo a leggere in abruzzese! ^_^

    Ma che significa “chi ggire lu monn’ va ‘ngerch d’ furtun!”? °__°

    :: PF1 – Campanilisti tra citta? Giusto un pochino! ***ironico***

    Ti sei dimenticato i mitici cantuccini e il vin Santo! Oppure sono solo tipici pisani?

    Per quanto riguarda l’arte siete messi troppo bene però! Grrr!

    Ah! Poi il buffo è che voi toscani date della “bimba” a tutti, pure alle vecchiette! ^^

    :: ABS – Andito… si, lo uso anche io ma non avevo mai pensato che fosse usato prevalentemente in Sardegna… osservazione linguistica interessante! U.U

    :: OasiWeb – Fila a dormire! XD

    :: Yaila – Ma dai! E’ così facile! “Struca el boton” Vale! ^^/

    :: Njord – Se se, pigrone! :-P

    Es: se penso alla Lombardia mi viene in mente: Milano, Spizzico, mucche, shopping, Njord… e via dicendo… Abbraccio! *^^*

    :: mitosolare – Grazieeeee! L’Umbria mi era quasi sconosciuta, ho scoperto cose nuove… e il Perugino… mmm, lui lo adoro come artista! Ottimo il prosciutto dell’Umbria! ***slurp***

    :: crimson74 – Roma, bellissima Capitale di Cultura, arte ecc ecc… fate un po’ invidia, lo ammetto! :-)

    Grazie per aver partecipato.

    :: dedalos – Ahò! Come ho fatto a dimenticare Berlinguer? ^_*

    Caspita! Conosci il Lazio meglio delle tue tasche! Thanks Rinaldo.

    P.S: Due laziali che non mi hanno nominato Renato Zero tra i musicisti… e io che ero convinta foste tutti “sorcini” a Roma! O_o

    :: enricoan – Sono andata a cercare in rete gli “Ensemble Micrologus” -sito bello- perchè mi hai incuriosito troppo citando solo loro… così sei riuscito benissimo nell’intento del gioco, farmi scoprire cose nuove. Ciao ciao cocco e buon inizio settimana anche a te! ^^

    :: Jensen – Sicuramente un’esperienza che mi ha cambiato in positivo. :-)

    Bacione.

    :: Armandos40 – Spero tu sia almeno più fortunato in amore rispetto a me! ;-)

    :: scrivodime – Personaggi degni di nota in tutti i campi in Sicilia! U.U

    Praticamente Amunì! Corrisponde all’ajò sardo! Fighissimo! *__*

    :: PBlue – A me fa quell’effetto la musica metal… -.-

    :: rebus – Eheheh! Non l’ho prevista perchè il vino non piace! :-P Comunque, cito adesso la mitica Malvasia di Bosa, solo perchè è del mio paese… eheheh! XD

    :: billycristal – Le sarde permalose? Ma che dici maiiii??? ^_*

    In effetti i cunnigionis non meritavano di essere dimenticati ma li ho scartati perchè non sono tipici della mia zona.

    :: Tonica – Tu ci sei sempre pure per me! Perciò perdono che non hai partecipato al giochino! TVB.

  • utente anonimo
    15 Maggio 2007 07:43
    Rispondi

    Cara Pia,

    sono giorni molto pieni per me, non sempre di cose piacevoli, così non riesco a trovare il tempo al lavoro di tenermi in contatto…il tuo post mi ha però spinto a commentare subito perchè io un bel sardo ce l’ho in casa ed è Giancarlo, il marito di mia madre! Quindi posso dire la mia! D’estate vengono i suoi parenti con tanto di maialino e girarrosto elettrico superaccessoriato e sono estremamente compiaciuti di mangiarsi quella saporita bestiola che quando è cruda sembra un neonato, con orrore di mia madre e un pò di schifo mio, e mentre mangiano lanciano acutissimi Eja…specialmente le donne di casa, tanto che hanno contagiato pure la mia mamma, che anche per un paio di settimane dopo la loro partenza la senti ancora dire Eja, anche quando non c’entra niente!

    Io, nonostante il mio cosmopolitismo, essendo nata in Toscana, almeno per quanto riguarda l’Italia sono decisamente Tosco-centrica. Per la musica però sottoscrivo la tua passione per la musica popolare del sud.

    Tornando alle categorie, ti suggerisco di aggiungere due categorie, o meglio dividere quella dei personaggi, perchè la Sardegna abbonda di politici famosi, quindi ne puoi aggiungere, per ora mi ricordo solo Diliberto e Soru e poi “veline” non basta, molte belle donne famose sono sarde. La Marini, la Canalis ecc…

    Quanto alle espressioni tipiche, accidenti, Fabrizio, il figlio di Giancarlo ha certi modi di chiamare gli animali…ma non me li ricordo!

    Quanto a Garibaldi…non era nato a Nizza, allora francese?

    Va bene, aggiungerò via via quello che mi viene in mente..!

    Un bacio!

  • Njord
    15 Maggio 2007 08:27
    Rispondi

    PIETTAAAAA!!!!! HAI RAGIONE ANCHE TUUUUU!!!!!

    SALUTONI & BACIONI!!! ;-)

  • utente anonimo
    15 Maggio 2007 19:40
    Rispondi

    Ciao Pia!

    Ehhhm… Ci ho messo un po’, ma è stato per troppo zelo. Ho iniziato subito di getto e per associazioni di idee, ma mi è venuta tanta roba che era un romanzo… sarà che a starci in Sardegna non ho bisogno di ispirazione, perché c’ho tutto davanti… Comunque, dopo una abbondante scrematura il succo è questo.

    L’alba nel golfo di Olbia e l’odore del porto di Olbia;il mare di Budoni, perché non sarà un gran chè, ma è anche mio; Goloritzè e Piscinas, che si commentano da sole; il sole di Cagliari, la pioggia di Gavoi; Tiana e tutte le bidde isperdie, paradiso dei ciclisti tedeschi; i miei monti e i miei boschi, gli orti, le vigne e gli uliveti; il cannonau di babbo, il mirto di mamma, l’Ichnusa!; Sallilandero e Bauladu (non il paese!), il rio Torrei e i suoi racconti di janas, i Forreddos de Mancosu (domus de janas); il lago di Gusana e il Taloro; la neve sui monti del Gennargentu; la neve sui monti di Oliena; l’Ortobene e il Redentore!; i costumi e i gioielli; i cavalli, i cavallini della Giara, gli asinelli dell’Asinara e tutti gli asinelli (i pochi che sono rimasti), le foche monache, l’astore e la poiana, i delfini e i polpi; il porcetto arrosto con le patate – passiamo alle cose buone! –, i ravioli, il pecorino e la pirita, le seadas, la panemanna (o pane e sapa, se volete), le pardule e tutti i dolci, che a elencarli non si finisce più, il torrone di Tonara, il pane in tutte le sue forme e qualità; la musica tradizionale e quindi: il Coro di Nuoro e tutti gli altri Cori, tutti i Tenores, Maria Carta, il Duo Puggioni, ecc.; la musica di oggi: i Tazenda, i Ratapignata, Paolo Fresu, ecc.; Benito Urgu, Giuseppe Masia, i La Pola e Pino e gli Anticorpi, che c’è solo da ridere!; Mario Delitala, Costantino Nivola e Stanis Dessy, pittori e artisti a 360° che troppo pochi conoscono ed è un peccato; la Deledda, Gramsci, Giorgio Asproni (che ha dato il nome al mio liceo), Sergio Atzeni, Giuseppe Dessì, Emilio Lussu, Peppino Mereu, cioè il grande poeta di Nanneddu Meu, Gavino Ledda, Giovanni Lilliu, archeologo di fama internazionale, Sebastiano Satta e tutti gli intellettuali sardi che forti delle loro origini hanno fatto tanto per la Sardegna ma anche per tutta l’Italia; ed è meglio che finisco qui perché la lista ormai è lunga, ma non certo esaurita.

    Ah! dimenticavo: il nostro sano campanilismo, che ci fa sentire sempre sardi e uniti, specialmente quando siamo lontani da casa!

    Ti saludo e ti baso

    Gia

  • dedalos
    15 Maggio 2007 21:55
    Rispondi

    hai ragione!! come mai noi sorci se semo dimenticati de Renatone….non è dimenticanza, non finiremo più di scrivere, pensa non ho scritto la Magnani, De Sica babbo, Manfredi, Paolo Panelli, Bice Valori, Renato Rascel….e poi, fiorella Mannoia, Giorgia,… ancora e ancora….però il gioco è stato un bel tuffo nei nostri ricordi e nella nostra attualità e cultura, devo dire che comunque avevi ragione…..Hai perso!

    Ciao, con molta simpatia

    Rinaldo

  • gattoquatto
    15 Maggio 2007 23:42
    Rispondi

    ….parafrasando una famosa canzone del mio compaesano (ma solo d’adozione) Giorgio Gaber, potrei dire che “io non mi sento milanese, ma per fortuna o purtroppo lo sono…” .Diciamo che sono milanese di nascita, ma cosmopoilta di spirito…cmque, visto che finora qui nessuno ha ancora parlato della mia regione, mi sento in dovere di riempire questo buco…ci definiscono bauscia, pirla, rompiballe ma anche generosi “col cor in man”; instancabili lavoratori in continuo fermento….abbiamo grandi personaggi come Manzoni,Porta,Gadda,Parini, Longhi, Carlo Borromeo, Testori, per non parlare dei Visconti e dei Gonzaga, di grandi Santi come S.Ambrogio, di grandi statisti come Romagnosi e Carlo Cattaneo…e poi i musicisti…io sono particolarmente affezionato ai cantautori, da Jannacci a Gaber, da Celentano a Grignani, da Ivan Della Mea ad Elio e le storie tese, per non parlare di cantanti come la Vanoni e la regina Mina Mazzini…modi di dire?

    eccone alcuni: Piutost che nigot, l’è mej piutost

    Ovvero…

    Piuttosto che niente, è meglio piuttosto; Fà balà i oeuc

    Ovvero…

    Guardarsi intorno; Saltà i fòss per la lunga

    Ovvero…

    Saltare i fossi “longitudinalmente” ;

    va’ a ciapà i ratt

    Ovvero…vai a cacciare i topi…

    piatti tipici: naturalmente la cassuoela, il risotto alla milanese, la cotoletta e il panetun…

    ma c’è una chicca che non tutti conoscono: la Grande Milano, piena di smog, di traffico e di casini di tutti i generi è la seconda città d’Europa per chiese antiche e grandi monumenti dopo Colonia in Germania….un abbraccio a te ed alla Sardegna che ricordo con nostalgia…

  • utente anonimo
    16 Maggio 2007 08:24
    Rispondi

    traduzione….:”chi va in giro x il mondo, è in cerca di fortuna!”

    buona giornata…

    ciauuu, giulia

  • oulaya
    16 Maggio 2007 11:37
    Rispondi

    Un mega saluto anche per te….è bello tornare a leggerti..

    A presto,un abbraccio…

  • Squiddino
    16 Maggio 2007 15:41
    Rispondi

    …io mi innamoro sempre di donne sarde… sono 100% compatibili sia esteticamente che caratterialmente con i miei gusti :)

  • ioforseio
    16 Maggio 2007 15:42
    Rispondi

    sulla sardegna vorrei aggiungere: belle donne, testarde e orgogliose ma belle… :)

  • is4morus
    16 Maggio 2007 16:27
    Rispondi

    ciao pia quando vuoi venire a vedere l’isola di san pietro e ad assaggiare il tonno sei sempre benvenuta!

    a si biri sanus e allirgus

  • cognikit
    16 Maggio 2007 20:31
    Rispondi

    Piu che gioco commento……la puglia effetivamente non è solo pizzica e taranta….e terra di dove finisce la terra come disse capossela e bla,bla, bla.

    P.S non sapevo che floris fosse sardo mentre sarei curioso di leggere niffoi,se mi consigli qualcosa..

  • Artemisia1975
    16 Maggio 2007 21:44
    Rispondi

    :: Habiba – Vero Habiba, noi sardi “il porcetto” lo mangiamo appena nato perchè è più magro…

    Immagino tua madre mentre dice Eja con accento pisano… chissà com’è! ^_^

    Vero, Garibaldi è sardo solo d’adozione ma siamo troppo orgogliosi d’ospitarlo. :-)

    Bacione, ci si sente presto, ok?

    :: Njord – Beppe! Leggendo un po’ in rete ho scoperto che le sarde vogliono avere sempre ragione! °__° Sarà vero? ^_*

    :: Gia – Aiutoooooo! Ma quante cose ti sono venute in mente? Grrr! Pure all’archeologo hai pensato! °__°

    Acc! La birra Ichnusa… come ho fatto a dimenticarla? :-S

    Salutami la Sardegna.

    :: dedalos – Uffi, ho perso pure questa volta! Non è giusto! T__T

    :: gattoquatto – Grazie gattoquatto! Finalmente un lombardo che mi commenta restando al gioco… Mi domando come mai molti lombardi hanno un rapporto di amore-odio con la propria terra, eppure, leggendo il tuo commento direi che c’è abbastanza da esserne orgogliosi… nonostante smog e traffico.

    I proverbi sono impronunciabili per me! Arrggghhh! **

    :: Giulia – Grazie per la delucidazione Giulia! ^*^

    :: oulaya – Grazie, a rileggerci. ^^/

    :: Squiddino – Io già ti adoro! *__*

    Ma tu di dove sei?

    :: ioforseio – L’altro giorno al lavoro è entrata una paziente sarda e la Dott.ssa mi ha detto sorridendo:”Tutte belle le ragazze sarde, tranne te!” ***Vado a piangere in un angolino*** ç__ç

    :: is4morus – Grazie, a si bidiri! :-)

    :: cognikit – Di Niffoi sinceramente non ho ancora letto niente, solo un paio di interviste, appena leggerò ti farò sapere volentieri. ^_^

  • orematt
    16 Maggio 2007 23:34
    Rispondi

    vieni sulle apuane e se iltempo lo permette vedrai la sardegna,ciao.

  • MynameisRik
    17 Maggio 2007 10:35
    Rispondi

    Non piangere in un angolino, dai!

    Non posso dire se sei bella, ma dalle foto nel blog sei fotogenica.

    Comunque la bellezza non è così importante. :-P

    Un saluto

    Rik

  • mukkamannara
    17 Maggio 2007 23:34
    Rispondi

    Veloce e forse un po’ OT:

    come si chiamano le chewing gum in sardo?

  • mitosolare
    18 Maggio 2007 07:56
    Rispondi

    Ciao Pia…

    Se vieni in Umbria averti….

    A proposito di Pisa ci ho abitato sei anni all’epoca della costuzione del palazzo dei congressi… ci ho lavorato, ne conosco pietra su pietra…. che bei tempi, ero sempre in versilia a cazzeggiare…. altri tempi.

    Ci torno spesso ho tanti amici…. che facoltà? Con il palazzo dei congressi c’era la Economia e Commercio anche…. non è che vai li? no?

    Fammi sapere.

    Un bacio.

    Paolo

  • ramesseblog
    18 Maggio 2007 14:22
    Rispondi

    Oddio.. questa ‘Taranta, acrilici su carboncino’ E’ inquietante.

    Paauraaaa

  • yncant
    18 Maggio 2007 23:31
    Rispondi

    Mi piace ciò che scrivi…se t va passa dal mio…Ciao

  • gemilano
    19 Maggio 2007 08:35
    Rispondi

    beh, dimentichi che una gloria nazionale vera e propria è SARDA.

    VALERIA MARINI…;)

    ge

  • navhans
    19 Maggio 2007 22:06
    Rispondi

    Bel gioco, ma devo farlo sulla tua regione o sulla mia!? ;)

  • enricoan
    20 Maggio 2007 06:56
    Rispondi

    si tratta di amici, purtroppo uno dei due fondatori, Adolfo Broegg insieme a Patrizia Bovi, è scomparso circa due anni fa.

    buona domenica tesoro, un bacio grande,

    enrico

  • maddyaff
    20 Maggio 2007 08:41
    Rispondi

    io vivo a Napoli, sappiamo tutti cosa dicono di noi… :(

  • branzinoalsale
    21 Maggio 2007 06:51
    Rispondi

    passo per lasciarti il mio augurio di Buona settimana

  • stefanovecoli
    21 Maggio 2007 12:35
    Rispondi

    ciao….un sorriso…ciao…

  • Albergreen
    21 Maggio 2007 20:27
    Rispondi

    ciao, non ho mai amato i campanilismi, e non ho radici profonde, forse perchè mio padre è pavese, mia madre bergamasca, io sono cresciuto a Milano ora abito in un’altra città, ma ho girato molto e mi sono sempre trovato a mio agio in posti che non erano i miei, nessuna nostalgia, nessun rimpianto, il mondo è così piccolo, è solo un paesino, ho bisogno di aria fresca, ce n’è sempre meno….Deledda si scrive tutto attaccato, sorry.

  • Bartelboom
    23 Maggio 2007 08:40
    Rispondi

    ciao pia, io sono di cagliari…ho intuito da un commento in un blog della mia amica che sei di bosa…dove piove e lasciano piovere! ehehe…se sei veramente di bosa complimenti per la tua cittadina, la trovo splendida…ti direi di aggiungere tra gli scrittori salvatore satta, e te lo consiglio da leggere perchè è bellissimo! e anche milena agus, una scrittrice emergente che sta andando forte anche in europa…ti sei dimenticata che dicono di noi che viviamo tutti con le pecore…l’ignoranza è una brutta bestia! eheh…se hai voglio passa nel mio blog.

    bartleboom

  • tartarugaman
    23 Maggio 2007 17:14
    Rispondi

    Miiii stavo cazzeggiando e son giunto in questo blog e chi ti trovo?? Bartle! Ma è possibile?

    Per tornare a Bosa.. Io c’ho parenti a Bosa e sicuramente li conosci (Bosa è piccola). Anche a me piace.. Un paio d’anni fa ci ho passato qualche giorno coi miei cugini e mi son divertito tantissimo!!

  • Yaila
    23 Maggio 2007 22:38
    Rispondi

    OOOOOOOOOOOOPSSSSSSSSS!!!

    Scusa Pietta! Mi si sono rotte le acque e pensavo fossero arrivate fino a qua, ma pare di no… Meglio! Ihihih!!! :))

    Un abbracciooooooooooo!!!!! Madòòòòòòòòò… quanto me manchiiiiiiii!!!!!!!

  • utente anonimo
    24 Maggio 2007 09:18
    Rispondi

    Piaaaaa! Ma chi ti sei dimenticata di nominare… Il poeta Macomerese Melchiorre Murenu! Mmmm, vabbè, ha scritto qualche verso poco simpatico su Bosa e i Bosani però… il suo talento è indiscutibile!! =) ahahahah dai, a parte gli scherzi, bel post!

    Un bacio Cinzia.

  • vampyr8
    24 Maggio 2007 10:07
    Rispondi

    ADSLlato :D

  • dedalos
    24 Maggio 2007 15:41
    Rispondi

    visto che ami il rosso..



    foto: Rinaldo

    Dolce saluto

    Rinaldo

  • Fantedicuori67
    24 Maggio 2007 19:46
    Rispondi

    Ciao Pia!

    Più siamo lontani dalla nostra terra e più apprezziamo i suoi sapori e le tradizioni anche se la nostalgia prevale incondizionata dentro di noi.

    Io sono lombardo da generazioni quindi per me la Lombardia è la mia terra, la mia “casa”, il mio focolare.

    Se guardo le distese della pianura Padana allargarsi e perdersi all’orizzonte mi sento in forte sinergia con la terra e con i suoi valori.

    Baci.

  • h4rlan
    25 Maggio 2007 17:29
    Rispondi

    Slurpssssssssss :)) Come stai??

  • DellaRocca
    27 Maggio 2007 13:54
    Rispondi

    Che invidia tutti questi commenti…

    Passa da me… e se puoi dammi qualche consiglio!

  • skarbie
    27 Maggio 2007 15:24
    Rispondi

    quello che dici, è vero…io ho vissuto due anni in Grecia, e veniva fuori il campanilismo italiano, e la cultura, più di quanto succedeva in Italia….poi, il confronto tra culture è sempre bello, c’è sempre qualcosa da imparare

  • duca1degli1abruzzi
    27 Maggio 2007 17:52
    Rispondi

    Non ho mai capito cosa vuol dire Cessu Cessu…Duca

  • enricoan
    27 Maggio 2007 19:42
    Rispondi

    ehi Maria Pia, ça va? ça va sans dire.

    buon inizio settimana, bacio tesoro,

    enrico

  • loftus
    27 Maggio 2007 20:31
    Rispondi

    PIa io sto in Lombardia ..oltre il lavoro e il lago che cè ??

    ahahahhah

  • Child23
    27 Maggio 2007 21:00
    Rispondi

    ma sai..ce ne fossero di più di ragazze sarde e di ragazze del sud..

    qua sono tutti cosi freddi distaccati..senza vita negli occhi…

    sarebbe il mio sogno conoscere ragazze più vive che non cercano di essere felici solo perchè ormai bisogna esserlo..la felicità è diventata un MUST..

    Lo so sono pensieri confusi e ci vorrebbero ore per spiegarli..ma tant’è dai.. :)

    un saluto

  • basileus74
    27 Maggio 2007 22:49
    Rispondi

    LOMBARDIA: Nebbia, inquinamento, laghi, cemento, asfalto, traffico, capannoni.

    Dicono di noi: Gretti, testardi, razzisti, gran lavoratori, generosi, chiacchieroni, un po’ fessi, adoratori di Silvio.

    Scrittori: un lungo elenco da Virgilio ad Andrea de Carlo, passando per il Manzoni.

    Personaggi: Silvio Berlusconi, Umberto Bossi, Fausto Bertinotti, Armando Cossutta… insomma, stiamo freschi.

    Musica: Nanni Svampa e i Gufi, Roberto Vecchioni, Articolo31, Lacuna Coil…

    Balli: in discoteca strafatti di acidi e alcool per poi spalmarsi su un muro con quattro amici alle cinque del mattino.

    Cibo: Cassoeula, polenta e osei, gorgonzola, taleggio, ossobuco e cotoletta alla milanese, risotti vari, pizzoccheri…

    Espressioni tipiche: Pirla, Uéla, Bella lì, Pota, gnaro (le dueultime due a est dell’Adda).

  • Artemisia1975
    27 Maggio 2007 23:59
    Rispondi

    :: orematt – Non lo sapevo… chissà magari prima o poi ci faccio un salto. ^_^

    :: MynameisRik – Se tutti gli uomini pensassero come te! Grazie, gentilissimo. ^*^

    :: mukkamannara – Non saprei, io le chiamo cingomme. :-)

    :: mitosolare – Accanto al Palazzo dei Congressi c’è ancora Economia e commercio… ci passo spesso davanti per andare in centro, se vuoi ti saluto il palazzo! XD

    :: ramesseblog – Ahahah! Si, inquietante… ma se pensi alle origini della danza uno sguardo così si addice bene. Salutone. ^^/

    :: yncant – Grazie.

    :: gemilano – Valeria Marini! Vero, un personaggio come lei meritava di essere menzionato, solo per il suo accento cagliaritano. ^_*

    :: navhans – Andrebbe fatto sulla tua regione. Bye.

    :: enricoan – Grazie per la delucidazione Enrico… Sto bene, non ho più molto tempo per stare dietro al blog perciò scrivo un po’ meno, ma non abbandono, ci sono sempre. Bacione e buon inizio settimana anche a te.

    :: maddyaff – Dai, avete anche tantissimi pregi. Bacione.

    :: branzinoalsale – Buon inizio settimana. Grazie. :-)

    :: stefanovecoli – ***smile***

    :: Albergreen – Anche io ho cambiato tre città e riesco ad adattarmi più o meno ovunque, ma il legame con la Sardegna è ancora molto forte.

    Hai fatto bene a farmi notare la svista sulla Deledda, ho corretto subito! U.U

    :: Bartelboom – Ahahah! Chissà perchè c’è questo detto sui bosani! :-)

    Grazie per il consiglio sull’autrice sarda, mi informerò.

    :: tartarugaman – Si, Bosa è piccola ma anche i blog… alla fine gira e rigira ci ritrovi sempre gli amici in comune! XD

    :: Yaila – Ahahah! Bacione Vale e un abbraccio stretto! *^^*

    :: Cinzia – Non lo conoscevo Cinzia, forse i bosani l’hanno censurato? Oppure, come mi hai raccontato a casa gli hanno fatto fare una fine ben peggiore? Insomma… Bosa-Macomer simil Pisa-Livorno… °___°

    :: vampyr8 – ***please?*** ;-)

    :: dedalos – Grazie, molto belli e apprezzati. :*

    :: Fantedicuori67 – Bello sentire un lombardo orgoglioso della propria terra! Bacione anche a te. ^^

    :: h4rlan – Hey, bene grazie! Ben tornato!

    :: DellaRocca – Passerò… Consigli? Boh, la sera sono spesso online. °__°

    :: skarbie – Vero Skarbie, quando si è lontani certe cose si apprezzano di più. Grazie. :-)

    :: duca1degli1abruzzi – Eheheh! Una vera e propria traduzione non credo esista ma forse è “Guarda guarda” oppure “Oh dio”… Quando succede qualcosa di cui mi stupisco dico: “ceeessss!!!” ^_^

    :: loftus – Ehehe! Dovresti leggere allora qualche commento che mi è stato lasciato da un paio di lombardi… dai! Avete tante cose belle e interessanti pure nella vostra regione.

    :: Child23 – Ti sei fatto capire benissimo! Allora, W le ragazze sarde! ^_*

    :: basileus74 – Interessante il tuo gioco! I balli che hai descritto sono una realtà attuale che lascia riflettere. -.-

  • Astrochip
    2 Giugno 2007 13:00
    Rispondi

    Bello il tuo blog e simpatico questo testino. Ora però non ho la testa per risponderti su Roma o sulle Marche. Roma dove sono nato e Marche dovo vivo da unpo’…

    Bacio Pia…

  • 5555555555
    2 Giugno 2007 14:32
    Rispondi

    Pisa…mmm meditavo anche io trasferimenti

  • simbax
    5 Giugno 2007 00:50
    Rispondi

    mi è difficile fare il gioco visto sono tuo conterraneo, cmq bella idea! viva la sardegna, soprattutto quando si è lontani..

  • Thelenis
    14 Giugno 2007 21:35
    Rispondi

    Ti sei dimenticata di Enrico Berlinguer! … e di Mario Segni, che è suo lontano cugino… e hai messo Cossiga che è un cugino di Berlinguer… :-)

    Dunque ti piace la videoarte… beh, sei a Pisa, ovviamente…

    Se hai tempo e voglia vieni a leggermi, e dimmi che ne pensi.

    Ciao, Kost.

  • utente anonimo
    1 Settembre 2009 21:49
    Rispondi

    non si può genralizzare sul fatto che i sardi sono bassi e eplosi ecc ecc.alcuni sostengono che i sardi siano bassi è un luogo comune.

Lascia un commento

Segui il blog

Newsletter

Scusa, ma si è verificato un errore. Riprova più tardi.
Grazie per esserti iscritto!